Operazioni ACT Agency

Oltre il manierismo – Mistero Buffo con Elisa Pistis è anima della contemporaneita’

Partire da Dario Fo’ per scoprire che al centro del suo “Mistero” c’è il dono di un linguaggio portentoso in grado di superare correlativi storici, interdipendenze sociali e dinamiche performative di genere. E’ questa la carica emotiva con cui Elisa Pistis porta avanti da più di un anno in Italia e all’estero il “suo” Mistero Buffo o, come ama definirlo intimamente lei con gli amici e operatori di settore “Mistera Buffa”.

elisa cover buffo.jpg

Sì un’accezione al femminile che potrebbe far storcere il naso ai puristi del celebre testo e agli appassionati del Teatro di Fo’ più reazionari ma che rivela invece la grande stima e attenzione che l’attrice sarda ha per quello che è stato uno dei suoi più grandi ispiratori nella valorizzazione del percorso comico dell’artista: credo che l’eredità di Fo’ e il suo linguaggio nel teatro contemporaneo sia interpretabile come “uno strumento diffuso” affinché fosse scoperto, abbracciato e soprattutto fosse utile all’uomo e alla donna di ogni tempo – ci racconta Elisa a Roma di ritorno dalla prima grande tappa internazionale che l’ha vista protagonista a Osaka all’interno di un progetto che ha portato, in collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di Osaka nella direzione di Stefano Fossati, le eccellenze culturali di Milano in Giappone (fra cui appunto il Teatro di Dato Fo’).

pistis buffa

Il mio lavoro non è emulativo bensì funzionale per parlare della nostra società – prosegue la Pistis – da quello che è un linguaggio portentoso e una base narrativa eccezionalmente accattivante, traggo spunto per occasioni di ri-attualizzazione in una chiave a volte personale, dove associo la comicità a una versione anche drammatica e assolutamente originale, in cui il grammelot emerge in unisono espressivo con la mia identità sarda.

Un progetto costruito senza virtuosismi di ambizione manierista, bensì arricchito continuamente di stimoli e di richiami a scenari contemporanei che emergono anche dal confronto col numeroso pubblico che sta seguendo Mistero Buffo on tour al femminile; un’esperienza condivisa che rafforza il concetto di Teatro non solo come partecipazione ma come progetto aperto.

pistis-solo

Anche l’Associazione Dario Fo’ e Franca Rame riconosce in Elisa un impegno molto importante nel rappresentare con estremo dinamismo, nella veste speciale di giovane attore, per di più donna, un patrimonio teatrale spesso ricondotto con esclusività (se non sacralità) alla figura del celebre premio Nobel, riportando il nome di Fo’ in una percezione ancor più immanente e contemporanea.

Elisa e Dario Fo

La concessione all’utilizzo dei diritti per la rappresentazione di Mistero Buffo è stata difatti approvata dallo stesso Dario Fo’ a seguito di un incontro nel 2015 con cui la Pistis ha raccontato al maestro di voler inserire il sardo in una nuova dimensione performativa, tutta al femminile. Oggi lo spettacolo è stato visto e apprezzato da Jacopo Fo’ e dalla sua famiglia che riconosce in Elisa Pistis un impegno unico nel testimoniare il valore di un’eredità teatrale capace di grande attualizzazione se sapientemente interpretata.

Mistero Buffo con Elisa Pistis prosegue il suo tour per l’Italia con ulteriori tappe fino a dicembre e si arricchisce per il prossimo anno con un laboratorio su Dario Fo’ realizzato in collaborazione con Giuliano Bonanni, in una prospettiva meta-antologica in grado di accompagnare il pubblico ad una comprensione più forte della modalità da Fo’, attraverso Fo’, oltre Fo’ con cui Elisa Pistis ha deciso di “caratterizzare” questo suo percorso.

Dario-Fo

pistis_0

Mistero Buffo – il workshop sarà rafforzato nella fase di realizzazione, così come nella distribuzione per l’anno seguente, dalla coproduzione di ASGproduzioni diretta da Paolo Cacciato, manager con cui Elisa ha già collaborato nella rassegna internazionale fra Italia e Giappone. L’interesse è di valorizzare un laboratorio che sia caratterizzato da grande duttilità performativa e dialogica rivolto ad pubblico eterogeneo e internazionale, stimoli riscontrati già dall’artista nella tappa nipponica di Mistero Buffo

Conosciuta durante l’esperienza di Milano Genius in Giappone, la nostra ACT Agency seguirà da vicino il progetto Mistero Buffo al femminile, arricchendo l’agenda di attività comunicative che propongono personalità femminili al centro di un impegno concreto sul ruolo dell’artista nella società contemporanea.

Il coinvolgimento professionale e umano di Elisa Pistis non è ,difatti, limitato all’attività di attrice ma si inserisce anche in tematiche trasversali su cui l’eco di Fo’ non può che essere richiamo di valore.

Stasera Elisa Pistis è perciò in scena al XIII Festival della Biodiversità al Parco Nord di Milano a Cinisello Balsamo, per la performance di Mistero Buffo nell’organizzazione dell’Associazione Amis, ma la troveremo protagonista prossimamente anche nelle seguenti tappe

29 settembre 2019 Teatro Blu – via Giovanni Cagliero n. 26 – Milano – Organizzatore: Centro Sociale Culturale dei Sardi
19 ottobre 2019 – via Paisiello n. 2 – Cinisello Balsamo – Organizzatore: Andronauti Gruppo Teatro Ricerca
27 ottobre 2019 – Teatro Comunale Via Azuni- Sanluri – Organizzatore: IntrepidiMonelli Centro di Produzione Teatrale
13/14/15 dicembre 2019 Teatro Kopó – Via Vestricio Spurinna,47/49 Roma – Organizzatore: Teatro Kopò
19 dicembre 2019 – Centro Giovani H Zone – Piazzale Beausoleil, n. 1 Alba (CN): – Organizzatore : Comune di Alba
Per maggiori informazioni, proposte di collaborazione sul progetto Mistero Buffo di Elisa Pistis o sulla gestione della prossima programmazione
asgproduzioni@asianstudiesgroup.net
Annunci
Nostro Portfolio, Operazioni ACT Agency

Crossing Distances, il tour internazionale di Nathalie: nelle distanze e differenze c’è ricchezza.

AAA_4522_done

Sono state settimane impegnative quelle estive perché hanno visto Nathalie e ASGProduzioni, agenzia che segue l’artista nella programmazione del proprio tour, fortemente occupati nel definire la prima fase del tour 2019 – 2020, che per volontà della cantautrice ha fin da subito assunto vocazione internazionale.

Il titolo Crossing Distances realizza una prospettiva cara a Nathalie, da tempo impegnata a sostegno di attività che valorizzino, in tensione artistica, la possibilità di colmare le differenze sociali e fare delle distanze un’opportunità di scoperta verso l’arricchimento reciproco. Il progetto promuoverà anche l’ultimo album di Nathalie che ospita molta brani in inglese e definisce ancor più il carattere internazionale.

CrossingDistancesSocial

Abbiamo incontrato Nathalie per un’intervista funzionale alla programmazione dei contenuti da integrare nelle comunicazioni sulle tappe del tour, comprese quelle all’estero.

ACT: Il tema del superamento delle distanze come emozione e sfida. Da tempo Nathalie segui un progetto artistico dove la musica è sempre “essenza comune” in grado di colmare differenze e superare confini. Come ci si sente a dedicare un tour internazionale alla consapevolezza della distanza come ricchezza umana e artistica?

Per me è la realizzazione di un sogno, è poter vivere in prima persona la mia visione del mondo, della musica e della vita. Amo viaggiare, immergermi in differenti realtà e culture e farmi felicemente”contaminare” da ciò che è nuovo per me!

ACT: Milano accoglierà il tuo inizio di percorso il 17 settembre prossimo, in un piccolo ma ben caratterizzato spazio che è al contempo teatro e residenza artistica. Corte dei Miracoli è una piccola gemma dedita alla musica, alla filosofia, alla letteratura e alle arti performative nel quartiere della movida notturna, a due passi da Porta Genova. Questa scelta manageriale in qualche modo sembra corrispondere al tuo profilo , vicino e seguito dai giovani ma con un particolare carisma artistico che richiama un livello performativo ben preciso.

È bellissimo poter iniziare il tour proprio in un luogo che si prende cura dell’arte. Amo le realtà che con costanza e sana caparbietà portano avanti una visione, creano lo spazio per l’ascolto e la curiosità del pubblico. È un ottimo inizio per il tour!

ACT: Il 26 e 27 settembre sarai all’Italian Film Art Festival di Seoul come ospite d’onore per inaugurare l’undicesima edizione di una kermesse che valorizza cinema, musica e arti dal nostro Paese, occasione importante per fissare una tappa di Crossing Distances. E’ la tua prima volta in Oriente? cosa ti aspetti da questa esperienza?

Sì, è la mia prima volta in Oriente, sono curiosissima! Lo spirito che mi accompagnerà in “Crossing Distances” è quella della bambina curiosa e aperta alle novità. Sono sicura che questa esperienza sarà anche fonte di nuove ispirazioni artistiche. Poter suonare all’interno di un importante festival del cinema come questo è un’emozione grandissima, è un’altra mia passione… Oltretutto ho sempre sognato di realizzare una colonna sonora, un giorno.

67818408_2552317651454541_825866909021896704_n

ACT: Non dimentichiamo che il Tour è un’occasione per presentare il tuo ultimo Album “Into the Flow”. Oltre ai nuovi brani e a qualche grande successo, darai spazio alla tua produzione di carisma più internazionale in lingua inglese e francese?

Sicuramente canterò anche le mie “creature” in francese ed inglese, fa parte di me avere più anime musicali e linguistiche… E sarà bellissimo poter condividere la mia musica con un nuovo pubblico… Non vedo l’ora!

Nathalie front cover digitale

Crossing Distances, dopo Corea farà tappa in Giappone dove l’artista sarà impegnata in alcune incontri con agenzie di distribuzione e promozione in loco e prenderà parte ad alcuni live organizzati da partners giapponesi il 5 e 6 di Ottobre. Le tappe previste per Europa riguarderanno Italia, Francia, Belgio, Olanda almeno fino al termine dell’anno. Il tour proseguirà poi fino a maggio del 2020.

Sulla nostra pagina FB e sui social network ufficiali dell’artista Nathalie Music Official, verranno pubblicati aggiornamenti di calendario e sul progetto, dirette streaming in occasione dei live e sarà possibile avere informazioni su come prenotare i biglietti.

Crossing Distances vuole essere un progetto aperto e inclusivo, dove le tappe del tour offriranno occasione di incontro per i fan in una sorta di viaggio- scoperta condiviso per vivere momenti di incontro e saluto ma anche partecipazione alle attività proposte sulle varie città europee dagli organizzatori.

Per ulteriori informazioni il coordinamento del tour risponde alla mail asgproduzioni@asianstudiesgroup.net rif Crossing Distances

Nostro Portfolio, Operazioni ACT Agency

Euphonia: un’opportunità di inclusione civile al tema Europa. ASGproduzioni sostiene l’iniziativa fra Milano e Bruxelles.

2019_02_21_Civil_Society_for_REUnaissance
In primo piano Antonia Pacelli durante Civil_Society_for_REUnaissance @EU2019 source EESC

Realizzare attraverso le arti performative, musica e innovazione una rinnovata prospettiva d’ inclusione sociale, consapevole e appassionata alla tematica della partecipazione europea. Fin dall’origine il progetto Euphonìa nato in una challenge creativa internazionale promossa dall’associazione europea Europa Nostra, ha seguito come linea guida la prospettiva del far rivivere in musica la sensibilità che trova il suo fondamento e realizza il concetto stesso di Europa, partendo dal suo Inno fino a riscoprire la bellezza di un bacino culturale unico ma altrettanto eterogeneo.

images
Valentina Volpe Andreazza

L’esperienza nasce dall’idea e progettualità della mezzosoprano Valentina Volpe Andreazza, artisticamente legata a Bruxelles, assieme ad un team di creativi di Milano, in un contributo costante alla “causa europea” interpretata come opportunità di conoscenza, condivisione e crescita.
Lo slancio artistico si carica poi di un messaggio ancor più importante quando l’Inno alla Gioia viene dedicato ad Antonio Megalizzi, il giovane ricercatore italiano caduto vittima di un attentato ma animato nella sua esperienza professionale di grande amore per l’Europa.
Euphonìa è una reinterpretazione dell’Inno alla Gioia di beethoveniana memoria in chiave moderna, quasi ingegneristica ma allo stesso tempo anche rinascimentale del compositore Marco Cazzuffi. Il compositore oltre ad essere un baritono è stato coinvolto dalla mezzosoprano in una serie di contributi che porteranno fino all’ultima performance in sessione plenaria del Comitato Economico e Sociale Europeo, tenutasi lo scorso 21 febbraio, in cui Euphonìa è stata affiancata da un nuovo brano, appositamente composto per l’occasione, dal titolo “Vitruvian Europe”, dove l’Inno alla Gioia fa da preludio all’armonia di vitruviana memoria già ripresa da Leonardo e fondamento di un concetto estetico e sociale di grande importanza per la tradizione occidentale tutta.

52694987_295184564498500_3239444156333948928_n
Francesco Pacelli per Euphonia – Performance Art and Innovation

L’innovazione in Euphonia è un altro grande traguardo: la realizzazione di un video con una tecnologia di proiezione all’avanguardia ha permesso di ricostruire live una scena animata che richiama l’Uomo Vitruviano interpretato da Francesco Pacelli, grazie alla fotografia di Guido Gianone e alla post produzione di WOA Creative Company, in una sequenza che richiama la performance d’arte. Il video è stato proiettato da Europa Nostra, promotore della challenge, al Festival della Cultura di Berlino nel giugno 2018 e poi al Parlamento Europeo per poi approdare anche a Milano, durante il concerto organizzato dalla Fondazione Carano4Children presso il Teatro San Carlo. Mentre a Strasburgo accadeva il terribile attentato, veniva eseguita una trascrizione di Euphonìa per voce, quartetto d’archi ed arpa.
La performance live con quattro voci, fagotto e due danzatori del 21 febbraio scorso al Comitato Economico e Sociale Europeo (a Valentina Volpe Andreazza e Marco Cazzuffi si aggiungono la soprano Selena Bellomì e il tenore Teo Aroni e i danzatori Francesco e Antonia Pacelli sulle note del fagotto di Marcello Giannandrea) rafforza, nella tappa più simbolica, il connubio artistico di Euphonìa con #rEUnaissance, tema voluto dalla presidenza del Comitato Luca Jahier e che ben incornicia lo scopo della creazione Euphonìa.

@EU2019 – Source EESC

L’occasione è stata utile per segnare l’inizio di un nuovo capitolo per il progetto portato avanti dalla mezzosoprano Volpe Andreazza: il concept diviene produzione artistica seguita da ASGProduzioni di Milano (Paolo Cacciato direttore di produzione), finalizzata all’arricchimento dei contenuti in chiave performativa multidisciplinare. Lo scopo è quello di regalare ad Euphonìa una nuova stagione di “ideazione e implementazione” di contenuti affinché divenga uno strumento versatile e ricco di comunicazione degli ideali europei attraverso le Arti.

2019_02_21_Civil_Society_for_REUnaissance
Il presidente del Comitato Economico Sociale Europeo, Luca Jahier, con il gruppo di cantanti musicisti e performers di Euphonia – @EU2019 source EESC
2019_02_21_Civil_Society_for_REUnaissance
Valentina Volpe Andreazza e Marco Cazzuffi consegnano musica e parole di Vitruvian Europe al presidente EESC, Luca Jahier

Act Agency Milano seguirà con specifica attenzione il progetto Euphonìa valorizzando sul lato comunicazione elementi di convergenza con altri progetti inerenti la figura di Leonardo da Vinci già inseriti nell’agenda di attività per l’anno in corso, così come opportunità di performance fra Milano ed Europa, ambizione fortemente sostenuta dalla produzione.

Nostro Portfolio, Operazioni ACT Agency

ASGRes – Alla Corte dei Miracoli di Milano, la residenza che ritrova “La Forma nello Spazio”

corte_dei_miracoli_ph_sergio_bernini004-1

CdM_Logo-esteso-10

Se da una parte Corte dei Miracoli (gestione Associazione Taiga e La Tigre di Carta)  si fa portavoce di una sensibilità unica sul panorama performativo milanese nel riproporre dopo anni di interruzione, in una prospettiva innovativa, la valorizzazione dello spazio che destina alle Arti come circolo culturale in una zona sensibile al coinvolgimento giovanile, dall’altra è sicuramente nell’incontro con ASGProduzioni che si consolidano ambizione ed entusiasmo, sia nel valorizzare il tema Arti Performative in una chiave compartecipata, sia nel caratterizzare lo Spazio con la neo-realizzazione di contenuti artistici, in grado di delineare in una forma distintiva e unica l’ esperienza comune di residenza.

ClFSKE9XEAAKfOS

La Forma nello Spazio è difatti il titolo scelto da ASGProduzioni nel contestualizzare la propria residenza artistica, concessa da Corte dei Miracoli in via esclusiva per il segmento Performing Arts a partire da Febbraio 2019.

logoasgres+slogan transparent

Forma è Essenza, ovvero Contenuto, se interpretata contestualmente nell’ accezione di Spazio. E’ anche Percezione, Occasione interpretativa, Stimolo tangibile regalato ai sensi oltre che alla mente nell’affrontare la comprensione di un messaggio.

Un dialogo quello fra Forma e Spazio che si vuole perseguire con molteplicità di strumenti condivisi affinché divengano importanti e comuni nella visione innovativa e distintiva di cui il Teatro che ospita ASGRes, si fa promotore.

Una sfida, quella del “trasmettere forma e contenuto attraverso le Arti”, che mira per prima cosa a “comunicare”, stabilire una relazione entusiastica nella scoperta, confronto, e comprensione di temi che affondano specificità nell’immaginario culturale e sociale ma non solo, ponendo nell’attivita’ di ideazione e produzione un obiettivo di innovazione (linguaggi ma anche contenuti).

“Essere Forma” perciò è una sfida che parla di un viaggio emotivo, oltre che tecnicamente costruito, che affronterà temi cari ad ASGRes fra cui la matrice interculturale nella società globalizzata, il tema della consapevolezza dell’io nella società e nel mondo, dell’incomunicabilità come ostacolo allo sviluppo umano e culturale, della visione internazionale come metro interpretativo dei tempi moderni, dell’ambiente e del progresso inteso come miglioramento sostenibile e diffuso, di Milano come sorgente di vigorosa creatività giovanile.

img_6053

Data l’inerenza di ASGRes alle attività di Asian Studies Group, associazione che da oltre dodici anni a Milano si occupa di formazione, orientamento e cultura da Oriente (Cina, Giappone e Corea in primis) un’attenzione importante verrà inoltre destinata ai percorsi performativi e d’approfondimento targati Asia HUB, vere e proprie opportunità di “scoperta” e “confronto” per non dire quasi “dialogo” attraverso il teatro e le arti performative del mondo asiatico, complesso quanto altrettanto affascinante, introdotto da produzioni a tema Oriente se non addirittura previste in prima assoluta per Corte dei Miracoli con collaborazioni internazionali da Cina, Giappone e Corea.

fushikaden primo piano nana

logo asia hub

La residenza introduce già dal primo anno la costruzione di due neo-produzioni che verranno poi proposte in anteprima nazionale per il cartellone della prossima stagione 2019-2020.

Il management della residenza artistica ASGRes è affidato a Paolo Cacciato (già direttore di produzione per ASGProduzioni) e una fitta rete di collaborazioni esterne implementerà la partecipazione di coordinatori artistici su specifici filoni di progettazione. Preziosa è la presenza nella stessa sede della Scuola di recitazione sperimentale condotta da Mateo Çili, Zahr Theater con cui potranno nascere interessanti e virtuose collaborazioni.

Grande spazio viene concesso a proposte di co-produzione con compagnie in cerca non solo di una residenza artistica, bensì di un sistema integrato, sensibile e attento che accompagni progetti performativi valorizzando non solo debutto e messa in scena in un Teatro importante per struttura e potenzialità, ma soprattutto strumenti di produzione, post produzione e distribuzione.

ACT Agency inoltre seguirà la linea di diffusione dei contenuti per la Residenza data l’adesione al tema Arte Cultura e Talento che contraddistingue la nostra attività e supporterà ASGRes nella comunicazione inerente alle attività laboratoriali, aggregative, di approfondimento sviluppate per la Città di Milano in collaborazione con Corte dei Miracoli

Operazioni ACT Agency

Se comunicazione è sostanza, rafforzala col merchandising ACT

 

catalogo 5

ACT Agency ha scelto di operare nella comunicazione integrata valorizzando elementi ben precisi del proprio core specialistico fra cui:

  • analisi prodotto o servizio venduto del cliente
  • check up dello standard di comunicazione applicata nella promozione prodotto / servizio in oggetto
  • implementazione nell’adattare strategia di comunicazione nella valorizzazione del prodotto / servizio del cliente soprattutto tenendo conto della destinazione (Paese e target)
  • definizione di priorità operative pianificate in modalità win win non solo per quanto concerne bisogni emersi ma anche con proiezione di budgeting sostenibile
  • cross media marketing: si comunica online e offline e con una vasta gamma di soluzioni incrociate
  • cross cultural marketing: quando la comunicazione parla al mercato e si adatta a frame culturali diversi.
  • guerrilla marketing di sostanza: il merchandising coinvolto nell’azione è sempre di impatto e rende “guerrilla” anche una semplice azione di omaggio.

comunichiamo colori jpeg

L’ultima frontiera di prodotti personalizzabili selezionati dalla nostra agenzia prevede un catalogo digitale aggiornato di anno in anno con una vastissima gamma di prodotti a cui fare riferimento suddivisi su 10 sezioni:

catalogo1

catalogo 2

L’azione di ACT Agency è vincente nella definizione di un merchandising di valore e distintivo perché non è limitata alla vendita del gadget secondo gusto estemporaneo di selezione, bensì all’integrazione del sistema merchandising con le logiche di valorizzazione comunicativa e di branding che la nostra agenzia evidenzia come prioritarie nella consulenza strategica offerta al cliente.

catalogo 4L’azione di ACT Agency è effettiva e fattuale perché inserita in un plan di marketing che “respira” all’unisono con le esigenze e le disponibilità di allocazione budget definite dal piano commerciale del cliente a cui magari siamo intervenuti per resa sostenibile dell’azione medesima su cui siamo chiamati ad operare.

L’approccio olistico del team creativo ACT Agency permette un confronto diretto fra:

  • esperto marketing e strategia di impresa
  • esperto stile
  • copywriters e designers
  • esperti media (video, social media, viral mkt etc)

in una pratica di rafforzamento brand e prodotto che è offerta gratuitamente nella fase di analisi e consulenza.

catalogo 3

In quest’ottica il merchandising acquisisce una funzionalità nuova, slegata dal semplice omaggio o strumento di PR, divenendo parte integrante di una strategia di comunicazione aziendale rafforzata.

Puoi richiedere gratuitamente il catalogo e le schede prodotto gadget di ACT Agency e l’avvio della pratica check up completando il seguente form